Fronte del Piave
Hotel San Marco Montebelluna TV
 
Menu
 
 
 


Pubblicità
 
 
 


Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
  Condividi su Facebook    
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
     
 
:: Pubblicità ::


 
     
 

AGOSTO 1918

1-8 AGOSTO 1918. Sempre calma sul nostro fronte. In Francia i tedeschi stanno battendo in ritirata. Si dice che al di là del Piave non ci siano quasi più soldati austriaci. Anche i soldati italiani sul nostro fronte sono meno numerosi.
Abbiamo ancora qualche visita di aerei nemici, ma solo in ricognizione: qualche allarme e basta.
Oggi abbiamo ricevuto la gradita visita del Padre Dott. Magg. Gemelli.

Pilota italiano su uno dei primi velivoli in dotazione al neo costituito Battaglione Aviatori.

9-13 Agosto 1918. Calma assoluta sul nostro fronte:non pare nemmeno più essere in guerra.
Sono arrivati gli americani, “col capèl da ua”, i quali sono assai rispettosi:domenica tutti i pochi che erano qui hanno assistito devotamente alla S.Messa e hanno fatto larghe elemosine.
Ancora allarme per velivoli in esplorazione.
In Francia i tedeschi stanno ritirandosi alla grande;hanno perduto anche Soissons.
Arriva finalmente a Pieve il benedetto olio, atteso da mesi! Lo si distribuisce con la tessera nella casa di fianco alla farmacia Faggionato. Vedi sapienza…: entrano in dieci o quindici e quindi si chiude la porta; si distribuisce ad ognuno l’olio e poi uno ad uno devono uscire dalla finestra, facendo un salto sulla strada. La scena e tragico-comica, anche perché si tratta quasi elusivamente di donne: qualcuna resta impigliata con le vesti, qualcuna cade per terra, qualche altra rovescia la bottiglia del tanto sospirato olio, qualcuna… si rifiuta di entrare!

1918. Combattimento sul Montello. Un caccia italiano Nieuport insegue un caccia austriaco Brandemburg.

14-17 AGOSTO 1918. Continua il silenzio su tutto il fronte e i soldati sono sempre pochi.
Il giorno 14 Innocente di S. Gaetano porta a casa, per i maiali, ben nove carri di pannocchie dei soldati, ammuffite e rovinate.

1918. Combattimento sul Montello. Un caccia italiano Nieuport insegue un caccia austriaco Brandemburg

18-23 AGOSTO 1918. Modesta attività sul fronte montano del Grappa e sugli Altipiani. Da noi si vedono sempre meno soldati; ve n’è qualcuno di più sul basso Piave.
Fa un caldo soffocante e c’è pochissima acqua: la Bretella è quasi secca. Notti serenissime con qualche allarme e null’altro. Attendiamo gli eventi.
Gli Alleati progrediscono in Francia.

24-28 AGOSTO 1918. Abbiamo notizia di qualche azione locale sul fronte del Grappa. In cielo appaiono alcuni velivoli nemici in ricognizione.
’altare, il giorno seguente che è domenica, che le ragazze sono libere di andare a lavorare in trincea, qualora lo desiderino: e il parroco è costretto a compiere opera contraria al suo ministero… 

 

Un paese del Trevigiano visto dalla cabina di pilotaggio di un Farman italiano.

29 AGOSTO 1918. Alle tre di questa notte un velivolo austriaco ha lanciato alcune bombe nei pressi della stazione senza causare né vittime né danni.

30 AGOSTO – 5 SETTEMBRE 1918. Nihil novi. Alle sei e mezza del giorno 5 un aereo austriaco vola sul Montello e poi si spinge sopra Bocca Cavalla e Biadene dove lancia tre bombe.

Resti di un aereo austro-ungarico in fiamme presso il campo d’aviazione di feltre.

1-8 AGOSTO 1918. Sempre calma sul nostro fronte. In Francia i tedeschi stanno battendo in ritirata.


Stampa la pagina


Invia ad un amico



Pag. 1
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13
 

     
 
:: Pubblicità ::