Fronte del Piave
Hotel San Marco Montebelluna TV
 
Menu
 
 
 


Pubblicità
 
 
 


Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
  Condividi su Facebook    
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
     
 

BRIGATA "TREVISO"

(Prima 115° e 116° Fanteria e poi 99° e 100° Fanteria)

Costituita nei primi giorni di marzo 1915:
il Comando di Brigata dal deposito del 55° Fanteria; il 115° dai depositi del 55° e del 56°; il 116° dal deposito del 1° Fanteria.
Nel novembre 1917 la Brigata è disciolta per essere ricostituita il 28 febbraio 1918 coi reggimenti 99° e 100° dei quali il primo già formato fin dal 25 ottobre 1917 dal deposito del 65° Fanteria; il secondo ed il nuovo Comando di Brigata dal deposito del 66° Fanteria e coi quarti battaglioni dei reggimenti 141°, 217° e 218°.

 

ANNO 1915.

      All’inizio delle ostilità la brigata è dislocata fra Marostica — Bassano — Vallonara — Mason Vicentino alla dipendenza della 34a divisione. Inviata il 25 maggio nei dintorni di Thiene, il 3 giugno è in prima linea sull'altopiano di Asiago, nella zona Costesin — Campo Rosà — Campo Posellaro — Ghertele — Cima Manderiolo. Quivi fino al 23 agosto i suoi reparti si alternano fra periodi di linea e di riposo.
     Il 25 il 115° agisce dimostrativamente per agevolare l’attacco della brigata Ivrea contro le posizioni avversarie di Malga Costa Alta e M. Basson; gli attacchi condotti con estrema violenza e più volte rinnovati da tutti i reparti del reggimento si infrangono contro le robuste difese passive del nemico che reagisce attivamente con fuoco di mitragliatrici e con intenso tiro delle artiglierie dei forti ancora efficienti di Luserna e Busa di Verle, sì che il reggimento è obbligato a ripiegare sulle posizioni di partenza di Campo Rosà dopo aver perduto 36 ufficiali e 1041 militari di truppa.
     L'eroica sua condotta in questa azione è compensata colla concessione della medaglia di bronzo al valor militare.
     La brigata permane tutto l’anno nella zona ove, oltre i quotidiani lavori di rafforzamento, esegue frequenti azioni dimostrative e di pattuglie, fra le quali sono di maggior rilievo quelle svolte dal 19 al 21 ottobre e dal 4 al 6 dicembre.
     Alle prime attende il 116°, il quale riesce a guadagnare qualche tratto di trinceramento avversario nella zona di Millegrobe, che il nemico tenta invano di riprendere il giorno 29, lasciando nelle nostre mani molti prigionieri, rilevante materiale da guerra e sul terreno più di 200 morti; il reggimento in detta azione perde un centinaio di uomini. La seconda serie di azioni è compiuta dal III e I battaglione del 115° contro le posizioni avversarie di Cima Norre e di q. 1505, che sono conquistate e tenute nonostante la reazione nemica.

ANNO 1916.

     Fino al 24 gennaio la "Treviso" permane nella zona di Asiago, conseguendo qualche altro vantaggio verso Malga Fratelle - Malga Campo Nord. Il 25 è trasferita nella zona Peuma - Oslavia, passando alla dipendenza della 11a divisione. I reggimenti, alternandosi in questa fronte, proseguono i lavori di rafforzamento intrapresi dai precedenti reparti e mantengono attiva vigilanza contro il nemico che è particolarmente attivo. Il 26 marzo alcuni reparti austriaci si spingono sino alla q. 206 del M. Podgora tenuta dal 116°, ma nei giorni successivi 27 e 28 vengono respinti definitivamente e catturati in parte. I nostri soffrono numerose perdite (37 ufficiali e 727 uomini di truppa, compreso un rilevante numero di dispersi).
     Il 12 aprile la brigata trovasi a riposo fra Cormons e Cà delle Valade ed il 1° maggio è nuovamente in prima linea nel tratto Peuma - Podgora. Con alternative di periodi di linea e di riposo si arriva al 6 agosto, inizio della battaglia di Gorizia, nella quale la brigata ha il compito di superare le difese nemiche di q. 160 e di q. 177 del Peuma e di puntare all'Isonzo, nel tratto fra il ponte ed il caseggiato di Peuma. Tale compito è brillantemente assolto dai reparti che in tre giorni di furiosi attacchi superano le contrastate linee nemiche, raggiungono alle ore 19 del giorno 9 la riva sinistra dell'Isonzo e nelle ore pomeridiane, per Borgo Carinzia, entrano in Gorizia. Le perdite sofferte dalla brigata sono di 40 ufficiali e 700 uomini di truppa.
     Il 14 agosto la "Treviso", passata alla temporanea dipendenza della 46a divisione, è a S. Pietro di Gorizia ove, dopo intensa preparazione di artiglieria e bombarde, tenta più volte l'attacco delle posizioni di q. 95, conseguendo qualche lieve vantaggio che costa rilevanti perdite: 19 ufficiali e 443 militari di truppa. Il 21 la brigata si trasferisce a Savogna ed il 30 in zona di riposo fra Boatina - Monticello - Mariano.
     L'11 settembre è in prima linea sulla fronte S. Pietro — Vertoiba, ove attende a lavori di rafforzamento fino al 10 ottobre, allorchè partecipa all’azione per la conquista della linea nemica ad est della Vertoiba.
     La brigata ha per obiettivo, prima la q. 95 anzidetta, poi quella 98 del Sober e successivamente le qq. 102 — 123.
     In tre giorni di aspri combattimenti, di furiosi attacchi e controattacchi, gli obbiettivi sono raggiunti e saldamente mantenuti contro i ritorni offensivi del nemico che soffre rilevanti perdite in morti e prigionieri ed abbandona sul terreno ingente materiale bellico.
     Le perdite sofferte dalla brigata in questi giorni di combattimento ammontano a 51 ufficiali e 1217 militari di truppa.
     Il 14 ottobre la "Treviso" è inviata a Villanova Judrio — Cà delle Vallade per un periodo di riposo e di riordinamento che dura fino all’8 novembre allorchè torna nuovamente nelle linee del Sober (q. 102) che presidia, alternandovi i suoi reparti fino alla fine dell’anno.

ANNO 1917.

      Il 2 gennaio la brigata, sostituita dalla "Messina", è inviata a riposo nella zona Pubrida — S. Lorenzo di Mossa - Pradis ed il 14 febbraio è di nuovo in linea nel consueto tratto di fronte. Il 5 maggio passa alla dipendenza della 7a divisione, e proprio in quel giorno il nemico, con un violento attacco preceduto da intenso bombardamento su q. 95 e "casa 5 finestre", occupa un nostro posto avanzato a q. 102.
     Ma il giorno 14 ha inizio un contrattacco che la brigata svolge contro la q. 102 - q. 98 est e q. 123 nord.
     L’azione dura, con molto accanimento e con alterna vicenda, fino al giorno 17 ed è seguita da una serie di azioni dimostrative svolte dai reparti della brigata in concomitanza di azioni eseguite dalle unità laterali. Dopo una serie di turni di linea alternati da periodi di riposo e dopo altre piccole azioni svolte nell’agosto, la "Treviso" il 29 di detto mese è inviata a Cà delle Valade e Plasnico alla dipendenza della 13a divisione ed il giorno successivo è fatta proseguire per Gargaro (8a divisione).
     Il 1° settembre sostituisce la brigata Campobasso nel settore Zagorje — Dol ed il 2 agisce col 115° contro le posizioni avversarie di q. 367 (Fortino) e poi contro q. 526 del Veliki Krib. Questa azione, alla quale efficacemente concorre anche il 116°, dura fino al giorno 7 e si integra in una serie di attacchi e contrattacchi che fruttano alla brigata tangibili progressi, ma anche le rilevanti perdite di 70 ufficiali e 1743 uomini di truppa.
     L'11 settembre la brigata è a riposo a Viesnavik - Crass (30a divisione).
     L'11 ottobre è inviata nella zona Zapotak - S. Jakob ed il 15 è schierata nella valle dell'Isonzo fra Krestenica - Gorenje Vas - Anhovo, passando il giorno 24 alla dipendenza del XXIV Corpo d'Armata.
     Iniziatosi il ripiegamento della nostra fronte, la "Treviso", dopo successive resistenze svolte sul costone Cicer Vas - Sabink, al ponte di Auzza e sul Torre, raggiunge il Piave ove si riunisce al grosso della 13a divisione, alla cui dipendenza è intanto ripassata.
     L'11 di novembre la brigata, assegnata alla 67a divisione, stremata di forza e ridotta di numero per le ingenti perdite, è sciolta.

ANNO 1918.

     La brigata Treviso viene ricostituita in Recoaro il 28 febbraio coi reggimenti 99° e 100°, il primo dei quali era già stato formato fin dal 25 ottobre 1917 e dislocato in Vallarsa. Dopo un mese di riordinamento, la brigata il 4 aprile è in linea nella zona di sinistra del T. Leno in Vallarsa, alla dipendenza della 29a divisione. Partecipa a piccole azioni locali intese a tenere impegnato il nemico sulla sua fronte e poi alterna periodi di linea e di riposo fino al 24 giugno, alla quale data, per ferrovia, è tresferita a Pontevigodarzere ed il 26 nella zona Marostica - Nove - Sandrigo. Il 9 luglio la "Treviso" sostituisce la "Toscana" sulla linea S. Francesco - Cornone ed il 12, con azioni di sorpresa, reparti del 99° prevengono un attacco nemico ed occupano il tratto di trincea Torre di Babele - Due Pini, catturandovi buona parte dei difensori e un abbondante bottino di armi e materiale e resistendo tenacemente al contrattacco sferrato dal nemico il giorno seguente.
     Il 29 luglio l'avversario, dopo intensa preparazione di artiglieria, tenta un attacco al M. Cornone con reparti d'assalto, ma il suo tentativo è sventato dalla salda resistenza dei reparti in linea, sì che è obbligato a ripiegare lasciando nelle nostre mani prigionieri, armi e materiale.
     Lo stesso tentativo è ripetuto dal nemico il giorno 30 ma con esito parimenti negativo. Continua l'attiva vigilanza in linea e l'invio di pattuglie fino all'11 settembre, nel qual giorno la brigata è inviata a riposo nella zona Campese - Sarzon - Valstagna, ove sosta fino al giorno 30 per ritornare nuovamente nelle consuete posizioni di prima linea.
     Ricomincia l'attività di pattuglie e l'11 ottobre suoi reparti eseguono un colpo di mano sul tratto di fronte S. Francesco - Sasso Rosso, ma il nemico da q. 1125 (cespuglio) attivamente reagisce e con forze preponderanti contrattacca senza successo. Dal 13 al 20 continua l'azione di pattuglie allo scopo di tenere il contatto col nemico. Il 20 la brigata è inviata a riposo nella zona Valrovina - Sarzon e lascia in linea i plotoni arditi dei due reggimenti, passati alla temporanea dipendenza della 7a divisione, ed essi nella notte sul 24 tentano un nuovo colpo di mano contro le posizioni del Sasso Rosso, ma non ottiene il desiderato effetto a causa della intensa reazione avversaria.
     Durante la battaglia di Vittorio Veneto la brigata raggiunge il 1° novembre Badenecche, Lambara e Tonderecar, il 2 Costa Alta, Forcellona ed il M. Lisser, il 3 Grigno e Selva ed il 4 l'armistizio la trova nella zona di Roncegno.

 

RICOMPENSE.

MEDAGLIA D'ARGENTO.

 Alla Bandiera del 115° Reggimento Fanteria:

      “Con grande ardimento e superbo slancio conquistò forti posizioni, resistendo poi saldamente a formidabili contrattacchi avversari (Vertoibizza, 10 - 13 ottobre 1916). Il suo III battaglione si distinse in modo speciale nella conquista del M. Sabotino (6 agosto 1916)".

(Boll. Uff., anno 1920, disp. 47).

 Alla Bandiera del 116° Reggimento Fanteria:

 “Con grande ardimento e superbo slancio conquistò le alture di Sober, resistendo poi saldamente a formidabili contrattacchi avversari (10 - 11 ottobre 1916). Riaffermò poi il suo valore conquistando lo Sperone dei Ricoveri e tenendolo per parecchi giorni, nonostante il fuoco violento ed i ritorni offensivi del nemico (Sober, 12 - 20 maggio 1917)".

(Boll. Uff., anno 1920, disp. 47).

MEDAGLIA DI BRONZO.

Alla Bandiera del 115° Reggimento Fanteria:
      “Per l'ardimento e la sprezzante fierezza dimostrati in un'aspra giornata di battaglia dai suoi mirabili fanti, che pugnavano e stoicamente cadevano attorno alla bandiera sventolante nel più folto della mischia (Basson, 25 agosto 1915)".

(Boll. Uff., anno 1920, disp. 47).

 
UFFICIALI MORTI IN COMBATTIMENTO, IN SEGUITO A FERITE O IN PRIGIONIA.
Grado Cognome e Nome Luogo di nascita Luogo e data di morte
115° Reggimento Fanteria.
1 Ten.Col. Marchetti Luigi Morrovalle Fortino Basson 25-08-1915
2 Capitano Balocco Francesco Castelnuovo Serivia Id.
3 Id. *Benetti Giov. Battista Conegliano Aviano 06-09-1917
4 Id. Botteselle Paolo Farra Fortino Basson 25-08-1915
5 Id. Colle Attilio Agordo M. Sabotino 06-08-1916
6 Id. Della Valle Edoardo Catania M. Peuma 06-08-1916
7 Id. Gennari Umberto Bosaro Fortino Basson 25-08-1915
8 Id. Levi Lelio Biella Vipulzano 22-02-1916
9 Id. Zacutti Giuseppe Venezia Fortino Basson 25-08-1915
10 Tenente Altea Angelo (disp.) Cagliari Vertoiba inf. 19-08-1917
11 Id. Carcano Pietro Calico Fortino Basson 25-08-1915
12 Id. De Biasio Mario (disp.) Cencenighe Id. 
13 Id. Della Porta Antonio Milano Vertoiba inf. 19-08-1917
14 Id. *Gargano Paolo Bari In prigionia 11-09-1917
15 Id. Illario Giovanni Valenza Vertoiba inf. 30-06-1917
16 Id. Levi Moreno Alberto Venezia Veliki Krib 02-09-1917
17 Id. Minghetti Alessandro Pisa Osp. d. c. 144, 12-03-1917
18 Id. Patrignani Pietro Comacchio Fortino Basson 25-08-1915
19 Id. Rizzo Pietro Giovanni S. Pietro Vernotico 4a Sez. Aut. Croce Rossa 01-06-1917
20 Id. Trozzi Delio Lanciano  Osp. d. c. 125, 21-05-1916
21 S. Ten. Angelucci Carlo Roma Gorizia 06-08-1916
22 Id. Baldraccio Luigi Maslianico M. Sabotino 07-08-1916
23 Id. Benetti Guido Bergantino S. Pietro di Gorizia, q. 102, 14-05-1917
24 Id. Chiesa Gaetano Lendinara M. S. Gabriele 06-09-1917
25 Id. Dazza Oreste Vercelli Millegrobe 24-11-1915
26 Id. De Marines Guido Palermo Vertoiba inf. 19-08-1917
27 Id. Dodero Luigi Cagliari Id. 21-08-1917
28 Id. Gavarrino Pietro Monesiglio M. Peuma 06-08-1916
29 Id. Guarna Francesco Sambatello Id. 19-03-1916
30 Id. Impallomeni Ciro Riccia Id. 04-08-1916
31 Id. Lanza Antonio Valguarnera Caropepe Id. 06-08-1916
32 Id. Lazzeri Giov. Batt. Chitignano Id.
33 Id. Manca Olindo Arnesano S. Pietro di Gorizia, q. 102, 06-05-1917
34 Id. Margarini Pietro Valduggia Vertoiba, q. 95, 11-10-1916
35 Id. Moscaroli Mario Milano Osp. d. c. 106, 14-08-1916
36 Id. Nicolini Arnaldo Mantova Vertoiba, q. 95, 12-10-1916
37 Id. Pieristè Luigi Roma M. S. Gabriele 04-09-1917
38 Id. Ragusa Giuseppe Caltagirone M. Sabotino 09-08-1916
39 Id. Rodino Claudio Cairo Montenotte M. S. Gabriele 02-09-1917
40 Id. Salvadori Oreste Carlo Empoli M. Peuma 15-08-1916
41 Id. Sardi Vincenzo (disp.) Portoferraio Fortino Basson 25-08-1915
42 Id. Sebastiani Carlo Minervino Murge Id.
43 Id. Vizio Felice Torino Id.
44 Aspir. Allegra Gaspare Castelvetrano 14a Sez. San., Gorizia 09-12-1916
45 Id. Berri Giuseppe ........... M. Podgora 23-03-1916
46 Id. De Simoni Mario Milano Pendici del Sober 25-06-1917
47 Id. Gogliormella Antonio Monteverde S. Pietro di Gorizia, q. 102, 08-12-1916
48 Id. Nespoli Gabriele Capua Vertoiba, q. 95, 10-10-1916
Ufficiali morti per malattia.
1 Colonn. Fasoli Giuseppe Verona Osp. 104, Cormons 17-03-1916
2 Maggiore Santoianni Marco Bonefro Osp. d. c. 022, 20-09-1917
3 Tenente Minghetti Angelo Siena In prigionia 17-04-1918
116° Reggimento Fanteria.
1 Maggiore Ciciriello Ettore Brindisi M. S. Gabriele 07-09-1917
2 Id. Timosi Paolo Genova M. Podgora 26-03-1916
3 Capitano Ancarani Augusto Lugo Sober, Vertoiba 11-10-1916
4 Id. Filippi Filippo Collesalvetti Vertoiba 19-10-1916
5 Id. Giusti Lorenzo Nocera Inf. Osp. d. c. 125, 06-08-1916
6 Id. Samaritani Nino Ferrara Osp. d. c. 124, 20-07-1917
7 Id. Sciortino Riccardo Palermo M. Grafenferg 08-08-1916
8 Id. Tacchini Giacomo Catania M. Podgora 26-03-1916
9 Tenente Fedeli Francesco Castelfiorentino Vertoiba 10-10-1916
10 S. Ten. Callea Giovanni Favara M. Podgora 26-03-1916
11 Id. Della Longa Palmiro Venezia Amb. C.R.I. n° 85, 25-03-1916
12 Id. Di Bartolo Zuccarello Alfonso (disp.) Villarosa Millegrobe 25-10-1915
13 Id. Falzoni Salvatore S. Cataldo Amb. Chir. d'Arm. n. 1, 22-08-1917
14 Id. Gastaldi Vincenzo Torino M. Podgora 26-03-1916
15 Id. Lazzarini Valentino Gallio M. Podgora 26-03-1916
16 Id. Littarru Anselmo Cagliari Sober, Vertoiba 10-10-1916
17 Id. Londero Arnaldo Gemona Millegrobe 29-10-1915
18 Id. Modonesi Giuseppe Ferrara Vertoiba 10-10-1916
19 Id. Sbriz Cesare S. Vito al Tagliamento Sober, Vertoiba 26-02-1917
20 Id. Usai Francesco Solarussa Vertoiba 20-08-1917
21 Id. Ventura Corrado Firenze Id. 11-10-1916
22 Id. Viale Giuseppe Mondovì Sober, Vertoiba 14-10-1916
23 Aspir. Acone Modestino Pratola Serra M. Podgora 07-08-1916
24 Id. Amadio Erminio Vittorio Veneto Zagorje, Gargaro 04-09-1917
25 Id. Ciampa Domenico Ruvo di Puglia Osp. d. c. 125, 27-03-1916
26 Id. De Bernardi Giovanni ....... Millegrobe 29-10-1915
27 Id. Germani Alberio Verona Vertoiba 11-10-1916
28 Id. Iannaccone Guglielmo Napoli Id.10-10-1916
29 Id. Malutta Alberto Arezzo Sober, Vertoiba 11-10-1916
Ufficiali morti per malattia.
1 S. Ten. Stucchi Guido Arezzo Osp. d. c. 216, 19-11-1918
         
99° Reggimento Fanteria.
 1 Capitano  Urbani Silvio  Civitella  Valstagna 22-07-1918 
2 Tenente Ferri Giulio Lucca Mattassone di Vallarsa 15-06-1918
3 S. Ten. Fulgenzi Ottorino Iesi Sasso Rosso 11-10-1918
100° Reggimento Fanteria.
1 Tenente Marangolo Giuseppe Messina Q. 1120, 30-07-1918
2 S. Ten. Arata Pietro Castel Leone Val Brenta 11-10-1918
 

  MILITARI DECORATI CON MEDAGLIA D’ORO AL VALOR MILITARE.

116° REGGIMENTO FANTERIA.

      Colonnello LEONCINI ADOLFO, da Portoferraio (Livorno):

      "Comandante di un reggimento di fanteria, preparava con grande perizia l’attacco di una forte posizione nemica, e lo dirigeva con pari ardimento. Conquistatala di primo impulso, con pronta mossa personalmente guidata, parava ulle prime minacce avversarie. Per tre giorni incrollabile sulla posizione, di fronte ai continui contrattacchi ed ai violenti tiri dell’artiglieria avversaria, in tutti trasfondeva, col suo valoroso contegno, la forza e l’energia necessaria a fronteggiare la situazione. Ferito, non si ritirava dalla lotta; ma, fulgida figura di eroe, rimaneva imperterrito sulle prime trincee, esempio a tutti di meravigliosa tenacia e di ardire. Le riserve inviategli accortamente impiegava, finchè, col potente aiuto della nostra artiglieria, vide egli stesso, il terzo giorno, coronati i suoi sforzi con la completa rotta delle forze nemiche. — Sober (Vertoibizza), 10 - 13 ottobre 1916".

(Boll. Uff., anno 1916, disp. 31).

 

MILITARI DECORATI CON L'ORDINE MILITARE DI SAVOIA.

115° - 116° REGGIMENTO FANTERIA.

RICORDI ALESSANDRO, maggior generale - cavaliere - Gorizia, 6 - 8 agosto 1916; Sober, 10 - 14 ottobre 1916.

99° - 100° REGGIMENTO FANTERIA.

MALLANDRA GIUSEPPE, maggior generale - uffiziale - Zona di guerra, gennaio - novembre 1918.

MILITARI DECORATI CON MEDAGLIA D’ARGENTO E DI BRONZO AL VALOR MILITARE.

 

MEDAGLIA D’ARGENTO.

115° Regg. Fanteria: Ufficiali, n. 72 - Truppa, n. 63.

116° Regg. Fanteria: Ufficiali, n. 44 - Truppa, n. 45.

99° Regg. Fanteria: Ufficiali, n. 7 - Truppa, n. 6.

100° Regg. Fanteria: Ufficiali, n. 2 - Truppa, n. 1

MEDAGLIA DI BRONZO.

115° Regg. Fanteria, n. 127 - 116° Regg. Fanteria, n. 146.

99° Regg. Fanteria, n. 7 - 100° Regg. Fanteria, n. 4

COMANDANTI DELLA BRIGATA.
115° - 116° Reggimento Fanteria.

Magg. gen. VILLA Ugo, dal 24 maggio al 25 ottobre 1915.
Magg. gen. CARBONE Demetrio, dal 30 ottobre 1915 al 5 marzo 1916.
Magg. gen. RICORDI Alessandro, dal 7 marzo 1916 al 23 febbraio 1917.
Col. brig. GALASSO Vincenzo, dal 24 febbraio al 13 luglio 1917.
Magg. gen. MANGIAROTTI Onorato, dal 14 al 25 luglio 1917.
Magg. gen. ZAMPOLLI Isidoro, dal 26 luglio al 28 agosto 1917.
 
Col. brig. BARBIERI Giuseppe, dal 29 agosto all'11 novembre 1917.

90° - 100° Reggimento Fanteria.

Magg. gen. MALLADRA Giuseppe, dal 28 febbraio al 13 giugno 1918.
Col. brig. MALATESTA Guido, dal 14 giugno 1918 al termine della guerra.

COMANDANTI DEL 115° REGGIMENTO FANTERIA.

Colonnello RIVERI Mario, dal 24 maggio al 25 agosto 1915 (ferito). 
Colonnello FASOLI Giuseppe, dal 6 settembre 1915 al 27 febbraio 1916.
Ten. colonnello SANTORO Alfonso, dall'11 marzo al 12 maggio 1916. 
Colonnello TRAVOSTINI Edoardo, dal 20 maggio 1916 al 5 luglio 1917.
Ten. colonnello VALDES Giuseppe, dal 25 luglio al 19 agosto 1917.
Ten. colonnello POLVERINI Italo, dal 22 agosto all'11 novembre 1917. 

COMANDANTI DEL 116° REGGIMENTO FANTERIA.

Colonnello GIORDANA Carlo, dal 24 maggio al 14 settembre 1915.
Colonnello ISNALDI Antonio, dal 19 settembre 1915 al 26 gennaio 1916.
Colonnello LEONCINI Adolfo, dal 1° febbraio 1916 al 17 giugno 1917.
Ten. colonnello CASARETTI Ettore, dal 18 giugno al 17 agosto 1917.
Ten. colonnello FABBRI Regolo, dal 18 agosto all'11 novembre 1917.

COMANDANTI DEL 99° REGGIMENTO FANTERIA.

Colonnello SASSI Carlo, dal 25 ottobre 1917 all'8 maggio 1918.
Colonnello RENZI Manfredi, dal 9 maggio 1918 al termine della guerra.

COMANDANTI DEL 100° REGGIMENTO FANTERIA.

Ten. colonnello BENUSSI Francesco, (interinale) dal 28 febbraio 1918 al termine della guerra.

 
 
UFFICIALI SUPERIORI E CAPITANI COMANDANTI DI BATTAGLIONE.
115° REGGIMENTO FANTERIA.
I° battaglione.
Grado Casato e Nome Data di assunzione Data di Cessazione Annotazioni
Ten. col. Marchetti Luigi 24/05/15 25/08/15 Caduto sul campo.
Capitano Giacosa Augusto 26/08/15 13/09/15  
Ten. Col. De Blasio Teodorico 14/09/15 19/09/16  
Maggiore Solano Giovanni 20/09/16 12/10/17  
Capitano Baldeschi Oberdan 13/10/17 27/10/17  
II° battaglione.
Ten. Col. Curti Alessandro 24/05/15 02/09/15  
Capitano Deccio .......... 03/09/15 23/09/15  
Ten. Col. Salice Francesco 24/09/15 08/11/15  
Maggiore Paccarone Giovanni 09/11/15 13/11/16  
Capitano Peloso Luigi 14/11/16 04/01/17  
Ten. Col. Rossi Francesco 05/01/17 21/05/17  
Id. Peluso Diego 22/05/17 02/06/17  
Capitano Maggio Romolo 07/08/17 26/08/17  
Maggiore Mignone Francesco 27/08/17 22/09/17  
Id. Coralli Luigi 23/09/17 26/10/17  
III° battaglione.
Maggiore Betti Luigi 24/05/15 25/08/15  
Capitano Savardo Cesare 26/08/15 21/09/15  
Ten. Col. Macaluso Egidio 22/09/15 28/09/16 Ferito.
Id. Coller Gaspare 29/09/16 27/11/16  
Maggiore Peloso Luigi 28/11/16 27/10/17 Prigioniero.
116° REGGIMENTO FANTERIA.
I° battaglione.
Ten. Col. Piselli Pompeo ......... ........  
Maggiore Timosi Paolo ........ 26/03/16 Caduto sul campo.
Ten. Col. Martinotti Luigi ......... ........  
II° battaglione.
Ten. Col. Vigorelli Antonio ........ .........  
Maggiore Barboglio ..... ........ .........  
Id. Amato Luigi ........ ........  
Id. Meranghini Antonio ........ ........  
III° battaglione.
Ten. Col. Garzone Giovanni ......... .........  
Maggiore Marchetti Luigi ........ ........  
Maggiore Lamponi Leopardi Goffredo ........ ........  
Id. Cicciriello Ettore ....... 07/09/17 Caduto sul campo.
Ten. Col. De Maffei Oreste ........ ...........  
Id. Fabbri Regolo ........ ........  
Id. Pio Amerigo ........ ...........  
Maggiore D'Amore Enrico ........... ........  
Id. Mariani Leonello ........ ........  
Id. Nisi Vitaliano ........ ........  
Id. Ragazzi Gaetano ......... ............  
Id. Rossi Bussola Vincenzo .......... .............  
 
99° REGGIMENTO FANTERIA
I° battaglione.
Grado Casato e Nome Data di assunzione Data di Cessazione Annotazioni
Capitano Sonnino Eraldo 25/10/17 31/03/18  
Maggiore Melelli Mariano 01/04/18 al termine della guerra.  
II° battaglione.
Ten. Col. Valtancoli Giulio 25/10/17 al termine della guerra.  
III° battaglione.
Maggiore Cavallero Guido 25/10/17 al termine della guerra.  
100° REGGIMENTO FANTERIA.
I° battaglione.
Capitano Bianchi Leonardo 14/03/18 al termine della guerra.  
II° battaglione.
Maggiore Iacobucci Almerico 14/03/18 24/10/18  
Id. Kessler G. Battista 25/10/18 al termine della guerra.  
III° battaglione.
Capitano Baracca Francesco 14/03/18 01/04/18  
Maggiore Poggi Attilio 02/04/18 24/08/18  
Id. Chiarandà Corrado 25/08/18 al termine della guerra.  

SERVIZI PRESTATI IN LINEA ED IN ZONA DI RIPOSO

115° e 116° REGGIMENTO FANTERIA.

Permanenza in linea

Permanenza in zona di riposo, lavori, trasferimenti, ecc.

 Anno 1915

Dal 5 giugno al 31 dicembre (Zona Campo Rosà - Campo Posellaro - Val Torra - Termine - Ghertele - Campo Manderiolo - Pianoro di Costesin - Millegrobe - Cima Norre).

 Anno 1916

Dal 1° al 21 gennaio (Come sopra).

Dal 27 gennaio al 22 febbraio (Fronte Peuma - Podgora).

Dal 7 marzo al 10 aprile (Fronte Peuma - Podgora).

Dal 30 aprile al 27 maggio (Fronte Peuma - Podgora).

Dal 15 giugno al 10 luglio (Fronte Peuma - Oslavia - Podgora).

Dal 25 luglio al 5 agosto (Peuma - Oslavia - Podgora).

Dal 6 al 13 agosto (Azione su q. 160 e 177 del Peuma - Destra dell'Isonzo - Campagnuzza - Gorizia).

Dal 14 al 20 agosto (S. Pietro di Gorizia - Vertoiba - Vertoibizza - Q. 95).

Dal 21 al 29 agosto (Savogna - Villa Fausta).

Dall'11 settembre al 9 ottobre (S. Pietro di Gorizia - Vertoiba - Vertoibizza).

Dal 10 al 13 ottobre (Azione su q. 95, q. 98 del Sober, q. 102 - 123).

Dall'8 al 18 novembre (Q, 95 - Q. 102 - Pendici del Sober).

Dal 28 novembre al 31 dicembre (Q. 95 - Q. 102 - Pendici del Sober).

 Anno 1917

Dal 1° al 3 gennaio (Q. 95 - Q. 102 - Pendici del Sober).

Dal 14 febbraio al 9 marzo (Q. 95 - Q. 102 - Pendici del Dober).

Dal 28 marzo al 22 aprile (Q. 95 - Q. 102 - Pendici del Sober).

Dal 3 al 13 maggio (Q. 95 - Pendici del Sober).

Dal 14 al 17 maggio (Azione su q. 102 - Q. 98 E. - Q. 123 N.).

Dal 18 maggio al 1° giugno (Q. 95 - Pendici del Sober).

Dall'11 al 29 giugno (Q. 95 - Sober 1 - 2 - 3 - 4 - Vipacco).

30 giungo (Irruzione austriaca del Fossaccio).

Dall'8 al 17 agosto (Ciglione di Savogna - Settore Vertoiba Inferiore [Fossaccio - Casa Rossa - Sreda delle Fornaci]).

Dal 18 al 23 agosto (Azione sul Mamellone - Groviglio - Q. 88 e q. 97).

1° settembre (Settore Zagorje - Dol).

Dal 2 al 9 settembre (Azione su strada Ravnica - Dol - Fortino a N. di q. 367 - Veliki Krib - M. S. Gabriele).

Dal 24 ottobre all'11 novembre (Schieramento sul Cicer Vas - Sobiuk - Ronzina - Stazione di Auzza; Ripiegamento: Kambresco - M. Korada - Pradamano - Difesa del Torre - Dignano - Ragogna - Ponte di Pinzano sul Tagliamento - Livenza - Monticano - Oltre Piave - Vedelago [Pressi di Treviso]).



 Anno 1917 - 99° Reggimento Fanteria


Dall'8 novembre al 31 dicembre (Linea avanzata di Vallarsa: Sbarramento Fondo Val Foxi - Caposaldo M. Corno - Q. 1300 di Matassone - Sbarramento fondo Leno - M. Parmesan - Rio Romini - Passo del Lomo - M. dietro di Gasta).

 Anno 1918 - 99° Reggimento Fanteria

Dal 1° gennaio al 10 febbraio (Come sopra).

Dall'11 al 28 febbraio (Alpe di Cosmagnon - Lora - Q. 2043 - Basso Panettone).

 Anno 1918 - 99° e 100° Reggimento Fanteria

Dal 1° al 9 marzo (Alpe di Cosmagnon - Lora - Q. 2043 - Basso Panettone).

Dal 3 aprile al 17 giugno (Matassone - Luoer Settentrionale - Cumerlotti e Sotto Costa - Romini - Parmesan - Dosso dei Morti - Chiesa).

Dal 6 al 30 luglio (Settore Valstagna: Pizzo Razea - Val Frenzela - S. Francesco - Val Vecchia - Piangrande - M. Cornone).

Dal 19 agosto al 10 settembre (Come sopra).

Dal 30 settembre al 19 ottobre (Come sopra).

Dal 1° al 4 novembre (Inseguimento del nemico: M. Benedecche - M. Lambara - M. Tonderecar - Costa Alta - M. Lisser - Grigno - Selva - Roncegno).

 Anno 1915

 Dal 24 maggio al 4 giugno (Bassano - Marostica - Vallonara - Mason Vicentino - Caltrano - Chiuppano - Lugo Vicentino - Thiene - Zanè - Grumolo - Asiago).

(In questo periodo di tempo i due reggimenti si scambiano più volte nel presidio della linea. Il riposo viene compiuto nella zona Campolongo - Rotzo - Castelletto - Roana - Mezzaselva - Albaredo).

 

 Anno 1916

(Dal 1° all'11 gennaio un reggimento presidia la linea, l'altro resta a riposo nella zona suddetta - Dal 12 al 21 gennaio trovasi in linea tutta la brigata).

Dal 22 al 26 gennaio (Trasferimento nella zona Carsica: Cormons - Subida ).

Dal 23 febbraio al 6 marzo (Subida - Cà delle Vallade - Cormons).

Dall'11 al 29 aprile (Cà delle Vallade - Cerovo - Subida - Valerisce).

Dal 28 maggio al 14 giugno (Cà delle Vallade - Cerovo - Subida - Blesivo - Medana - Pri Fabrisu).

Dall'11 al 24 luglio (Cerovo - Subida - Blesivo - Medana).

Dal 30 agosto al 10 settembre (Mariano - Monticello Boatina).

Dal 14 ottobre al 7 novembre (Boatina - Monticello).

Dal 19 al 27 novembre (Stuccara - Fornaci - Spessa - Monticello - Moraro).

 Anno 1917

Dal 4 gennaio al 13 febbraio (S. Lorenzo di Mossa - Pubrida - Pradis - Spessa - Savogna).

Dal 10 al 27 marzo (Pubrida - Spessa).

Dal 23 aprile al 2 maggio (Valerisce - Spessa - Pradis).

Dal 2 al 10 giugno (Moraro - Villanova di M. Fortin).

Dal 1° luglio al 7 agosto (Moraro - Villanova di M. Fortin).

Dal 24 al 29 agosto (Mariano - Cà delle Valade).

Dal 30 al 31 agosto (Trasferimento sul fronte Veliki Krib [S. Gabriele].

Dal 10 settembre al 10 ottobre (Viesnavik - Crass - Sonesenchia).

Dall'11 al 13 ottobre (Trasferimento nella zona Zapotok - S. Iacob).

Dal 14 al 23 ottobre (Trasferimento nella Valle Isonzo [Nord di Plava] - Zona Krestenica - Gorenje Vas).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Anno 1917 - 99° Reggimento Fanteria



Dal 25 ottobre al 7 novembre (Speccheri - Campo Silvano [Vallarsa]).



 Anno 1918 - 99° Reggimento Fanteria

 Dal 28 febbraio, in Recoaro, si costituisce il 100° Regg. Fanteria formando col 99° Regg. la nuova Brigata Treviso).

 Anno 1918 - 99° e 100° Reggimento Fanteria

 (Dal 1° al 9 marzo il 100° Reggimento Fanteria attende, in Recoaro, alla sua costituzione).

Dal 10 marzo al 2 aprile (Recoaro - Valdagno - Maglio - Novale - S. Quirico - Spoccheri - Maltauro - Lambri).

(In questo periodo di tempo i due reggimenti presidiano la linea per turno. Il riposo si compie a Parlati - Speccheri - Maltauro - Lambri).

Dal 18 giugno al 5 luglio (Trasferimento: Schio - Vigodarzere - Zona Marostica - Nove - Sandrigo - Zona di Campese).

Dal 31 luglio al 18 agosto (Lora - Lora Alta - Pralungo - Sarzon).

Dall'11 al 29 settembre (Campese - Sarzon - Valstagna).

Dal 20 al 31 ottobre (Campese - Bassano - Valrovina - Oliero - Sarzon - S. Eusebio).

  RIEPILOGO
115° e 116° Reggimento Fanteria
Linea Riposo
Mesi Giorni Mesi Giorni
Anno 1915

6

26

/

12

Anno 1916

8

6

3

24

Anno 1917

4

27

5

14

TOTALI Mesi 19 e giorni 29 Mesi 9 e giorni 20

  RIEPILOGO
99° Reggimento Fanteria
Linea Riposo
Mesi Giorni Mesi Giorni
Anno 1917

1

23

/

14

Anno 1918

2

/

/

/

TOTALI Mesi 3 e giorni 23 Mesi / e giorni 14

 

  RIEPILOGO
99° e 100° Reggimento Fanteria
Linea Riposo
Mesi Giorni Mesi Giorni
Anno 1918

5

3

3

1

TOTALI Mesi 5 e giorni 3 Mesi 3 e giorni 1

 
RIEPILOGO DELLE PERDITE IN COMBATTIMENTO
LOCALITA' E DATA 115° REGGIMENTO 116° REGGIMENTO
Ufficiali Truppa Ufficiali Truppa
Morti Feriti Dispersi Morti Feriti Dispersi Morti Feriti Dispersi Morti Feriti Dispersi
1915

Campo Rosà - Campo Posellaro - Termine - Ghertele (5 giugno - 24 agosto)

/

3

/

15

67

/

/

1

/

8

35

/

Attacco linea Cima di Vezzena - Basson - Costa Alta (25 agosto)

11

15

12

28

453

560

/

/

/

/

25

/

Campo Rosà - Campo Posellaro - Termine - Ghertele (26 agosto - 19 ottobre)

/

/

/

/

/

/

/

/

/

1

24

2

Azione di Millegrobe (20 - 29 ottobre)

/

/

/

/

/

/

3

7

1

36

175

41

Campo Rosà - Campo Posellaro - Termine - Ghertele - Cima Norre (30 ottobre - 31 dicembre)

1

2

/

5

37

1

/

1

/

6

17

/

Totale anno 1915 12 20 12 48 557 561 3 9 1 51 276 43
 
1916

Campo Rosà - Campo Posellaro - Termine - Ghertele - Cima Norre (1 - 21 gennaio)

/

/

/

3

/

/

/

/

/

/

/

/

Peuma - Podgora (27 gennaio - 22 febbraio)

1

4

/

12

24

/

/

/

/

1

11

/

Peuma - Podgora (7 - 25 marzo)

2

1

/

8

37

16

1

5

/

27

66

11

Irruzione austriaca a q. 206 del Podgora (26 - 28 marzo)

/

3

/

2

25

/

6

8

20

34

123

570

Peuma - Podgora (29 marzo - 10 aprile)

/

2

/

2

18

/

/

/

/

/

/

/

Peuma - Podgora (30 aprile - 27 maggio)

1

3

/

6

41

/

/

/

/

3

8

3

Peuma - Oslavia - Podgora (15 giugno - 10 luglio)

/

/

/

5

5

/

/

/

/

1

6

/

Peuma - Oslavia - Podgora (25 luglio - 5 agosto)

1

/

/

1

2

/

/

/

/

/

/

/

Azione su q. 160 e q. 177 del Peuma - Destra dell'Isonzo - Campagnuzza - Gorizia (6 - 13 agosto)

8

16

1

45

324

45

3

10

/

47

324

66

S. Pietro di Gorizia - Vertoiba - Vertoibizza - Azione su q. 95 - Savogna - Villa Fausta (14 - 29 agosto)

2

9

/

19

182

2

/

9

/

32

140

6

S. Pietro di Gorizia - Vertoiba - Vertoibizza (11 settembre - 9 ottobre)

/

1

/

4

10

/

/

1

/

18

44

/

Azione su q. 95, q. 98 del Sober, q. 102 - q. 123 (10 - 14 ottobre) 

3

14

1

121

392

43

10

21

2

86

420

100

Q. 95 - Q. 102 - Pendici del Sober (8 - 18 novembre)

/

/

/

14

48

12

/

2

/

2

12

/

Q. 95 - Q. 102 - Pendici del Sober (28 novembre - 31 dicembre)

2

3

/

24

74

/

/

1

/

3

13

/

Totale anno 1916

20

56

2 266 1182 118 20 57 22 254 1167 756
 
1917

Q. 95 - Q. 102 - Pendici del Sober (1 - 3 gennaio)

/

/

/

/

2

/

/

/

/

/

2

/

Q. 95 - Q. 102 - Pendici del Sober (14 febbraio - 12 marzo)

1

10

/

18

34

/

1

1

/

15

32

/

Spessa - Q. 95 - Q. 102 - Pendici del Sober (20 marzo - 22 aprile)

/

4

/

17

42

/

/

/

/

19

32

/

Q. 95 - Pendici del Sober - Irruzione Austriaca su q. 102 (1° - 13 maggio)

1

6

1

13

80

56

/

1

/

5

27

/

Azione su q. 102 - q. 98 E. - Q, 123 N. (14 - 17 maggio)

1

5

/

64

352

/

/

8

1

42

155

60

Q. 95 - Pendici del Sober (18 maggio - 4 giugno)

1

3

/

21

49

7

/

1

/

19

37

/

Q. 95 - Sober 1 - 2 - 3 - 4 - Vippacco (11 - 29 giugno)

1

4

/

55

236

/

/

/

/

1

3

/

Irruzione austriaca del Fossaccio (30 giugno)

1

/

1

4

11

66

/

/

/

/

/

/

Moraro - Villanova di M. Fortin (20 luglio - 6 agosto)

/

/

/

/

10

/

1

/

/

/

/

/

Ciglione di Savogna - Settore Vertoiba Inferiore (8 - 17 agosto)

/

/

/

2

2

1

/

/

/

12

37

/

Azione sul Mammellone - Groviglio - Q. 88 e q. 97 (18 - 23 agosto)

4

8

1

68

219

158

2

10

4

96

391

49

Settore Zagorje - Dol - Azione su strada Ravnica - Dol - Fortino a N. di q. 367 - Veliki Krib - M. S. Gabriele (1 - 9 settembre)

4

26

4

63

398

236

2

25

/

183

889

/

Cicer Vas - Sobink - Ronzina - Stazione di Auzza - Gorenje Vas - Ripiegamento su Kambresco - M. Korada - Pradamano - Difesa del Torre - Dignano - Ragogna - Ponte di Pinzano - Livenza - Monticano - Oltre Piave - Vedelago (24 ottobre - 11 novembre)

/

/

26

/

/

974

/

/

11

/

/

988

Totale anno 1917 14 66 33 325 1435 1498 6 46 16 392 1605 1097
 

99° REGGIMENTO FANTERIA

1917

Linea avanzata di Vallarsa: Sbarramento fondo Val Foxi - Caposaldo di M. Corno - Q. 1300 di Matassone - Sbarramento fondo Leno - M. Parmesan - Rio Romini - Passo del Lomo - M. dietro il Gasta (8 - 31 dicembre)

/

1

/

1

23

/

 

 

 

 

 

 

Totale anno 1917

/

1

/

1

23

/

 

 

 

 

 

 

 

1918

Come sopra (1° gennaio - 1° febbraio) / / / / 4 /            

Totale anno 1918

/ / / / 4 /            
 

99° e 100° REGGIMENTO FANTERIA

1918

Matassone - Louer Settentrionale - Cumerlotti e Sotto Costa - Romini - Dosso dei Morti - Chiesa (3 aprile - 17 giugno) 1 / / 3 1 / / / / 1 27 /
Settore Valstagna: Pizzo Razea - Val Frenzela - S. Francesco - Val Vecchia - Piangrande - M. Cornone (6 luglio - 10 settembre) 1 6 / 53 246 6 1 2 / 12 77 /
Settore Valstagna: Pizzo Razea - Val Frenzela - S. Francesco - Val Vecchia - Piangrande - M. Cornone - Valrovina - S. Eusebio (30 settembre - 25 ottobre) 1 / / 8 87 4 1 / / 6 19 /

Totale anno 1918

3 6 / 64 334 10 2 2 / 19 123 /
 
RIEPILOGO GENERALE
115° e 116° Reggimento Fanteria

Anno 1915

12

20

12

48

557

561

3

9

1

51

276

43

Anno 1916

20

56

2

266

1182

118

20

57

22

254

1167

756

Anno 1917

14

66

33

325

1435

1498

6

46

16

392

1605

1097

TOTALE GENERALE

46 142 47 639 3174 2177 29 112 39 697 3048 1896
 

99° Reggimento Fanteria

Anno 1917

/

1

/

1

23

/

           

Anno 1918

/

/

/

/

4

/

           

TOTALE GENERALE

/

1

/

1

23

/

           
 

99° e 100° Reggimento Fanteria

Anno 1918 3 6 / 64 334 10 2 2 / 19 123 /
TOTALE GENERALE 5 6 / 64 334 10 2 2 / 19 123 /


Stampa la pagina


Invia ad un amico



Pag. 1
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118