Fronte del Piave
Hotel San Marco Montebelluna TV
 
Menu
 
 
 


Pubblicità
 
 
 


Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
  Condividi su Facebook    
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
     
 

5a DIVISIONE

     Costituita, allo scoppio delle ostilità, dalla "Palermo" e dalla "Cuneo", perde, il 7 giugno, quest'ultima brigata e le vengono assegnati col comando del 5° reggimento alpini, i battaglioni Val d'Intelvi, Tirano, Valtellina, Val Camonica, Edolo, Morbegno ed i battaglioni di M. T. VIII, XIX, LVIII, e LIX.
     Alla fine del mese di settembre la "Cuneo" ritorna a far parte della divisione, sostituendo la "Palermo", che a metà ottobre è destinata altrove. Il 10 dicembre viene messo alla sua dipendenza il 43° reggimento di M. T. (battaglioni XV, CLVIII, CCI). Negli ultimi giorni del gennaio 1916 la brigata Bologna prende il posto della "Cuneo". Nel mese di marzo cessano di far parte della divisione il comando del 5° reggimento ed i battaglioni Val Camonica, Morbegno, Valtellina, Tirano e le vengono assegnati il comando del 4° alpini, i battaglioni Val d'Orco, Val Baltea e Aosta, quest'ultimo, però, dal 25 maggio al 18 luglio passa temporaneamente a disposizione di altra unità.
     Dal 20 luglio al 22 agosto alle truppe della divisione si uniscono l'"Intra" ed il "Val Toce". Il 31 luglio, intanto, il comando del 43° M. T. cessa di funzionare. Nel mese di settembre vengono costituiti il battaglione M. Mandrone, la 1a e la 3a compagnia volontari alpini.
     Nel novembre 1916 la brigata Bologna è sostituita dalla "Marche".
     Alla fine del marzo 1917, la divisione risulta così costituita: brigata Marche, comando 4° alpini, battaglioni Val d'Orco, Val Baltea, Edolo, Val d'Intelvi, Intra, M. Mandrone, 1a e 3a compagnia V. A. (1) e battaglioni di M. T. VII, XLII, CXXXVIII e CXLIV.
     Durante il mese di agosto si costituiscono il I ed il II skiatori. Il 7 dicembre alla divisione viene assegnato il 2° gruppo alpini (battaglioni Dronero, Saluzzo, Mondovì, Borgo S. Dalmazzo).
     Il 15 gennaio 1918 il comando del 4° alpini cessa di funzionare. Il 22 febbraio il I ed il II skiatori assumono rispettivamente la denominazione di "M. Ortler" e di "M. Cavento".
     Il 3 marzo la "Marche" viene sostituita dal VII raggruppamento alpini.
     Con la riorganizzazione delle truppe del corpo d'armata, la divisione viene ad essere costituita dai raggruppamenti: IV (7° e 19° gruppo); V (2° e 15° gruppo); VI (12° e 14° gruppo); VII (8° e 16° gruppo); dai battaglioni di M. T. VII, XLII, CXXXVIII, CXLIV e dalla 1a compagnia V. A. Quest'ultima, il 20 marzo, diventa 3a del "Mondovì".
     Il 1° giugno il VII raggruppamento ed il XLII di M. T., cessano di far parte della divisione; il 7 il "M. Tonale" è destinato al 19° gruppo ed alla fine del mese la 3a compagnia V. A. passa ad altra unità.
     Durante i mesi di giugno, di luglio e di agosto le vengono temporaneamente assegnati il 3° e l'11° gruppo alpini.
     Dal mese di settembre al termine della guerra la divisione rimane costituita dai raggruppamenti IV, VI, VII e dai battaglioni di M. T. VII, CXXXVIII e CXLIV (1).

(1) Volontari Alpini.
(1) Per il riassunto storico della divisione, vedere quello dei raggruppamenti e dei gruppi che ne fecero parte.

MILITARI DECORATI CON L’ORDINE MILITARE DI SAVOIA.

     PICCIONE LUIGI, maggior generale - uffiziale - Presena - Monticelli, 25 - 26 maggio 1918.
    PORTA UGO, maggior generale - uffiziale - Val Camonica, 3 - 4 novembre 1918.
COMANDANTI DELLA DIVISIONE .

Ten. gen. DRUETTI Luigi, dal 24 maggio al 22 luglio 1915.
Magg. gen. CAVACIOCCHI Alberto, dal 23 luglio 1915 al 6 giugno 1916.
Magg. gen. ALLIANA Ernesto, dal 7 giugno 1916 all'8 maggio 1917.
Magg. gen. ALBRICCI Alberico, dal 12 maggio al 22 agosto 1917.
Col. brig. FRERI Orlando (inter.), dal 23 agosto all'8 ottobre 1917.
Magg. gen. FENOGLIO Guido, dal 9 ottobre 1917 al 24 febbraio 1918.
Magg. gen. PICCIONE Luigi, dal 25 febbraio al 28 agosto 1918.
Magg. gen. PORTA Ugo, dal 29 agosto 1918 al termine della guerra.


Stampa la pagina


Invia ad un amico



Pag. 1
1 2 3 4
 

     
 
:: Pubblicità ::