Fronte del Piave
Hotel San Marco Montebelluna TV
 
Menu
 
 
 


Pubblicità
 
 
 


Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
  Condividi su Facebook    
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
     
 

BRIGATA "GENOVA"

(97° e 98° Fanteria)

 Costituita in Libia alla metà del giugno 1916: 
Il Comando di brigata ed il 97° dal deposito dell'88° fanteria; il 98° dal deposito del 22° fanteria.

ANNO 1916.

     La brigata, rimpatriata dalla Libia nella seconda quindicina di giugno, viene così dislocata: il comando ed il 97° a Livorno, il 98° a Pisa, rispettivamente presso la sede dei depositi dell'88° e del 22° fanteria.
     Dal 10 al 13 luglio la "Genova" giunge a Villafranca Padovana, alla dipendenza della 48° divisione, ove attende al suo completamento e ad un intenso periodo di istruzione.
     Il 1° agosto il 97° è trasferito a Persereano ed il 98° a Lauzacco e l'8 la brigata è tutta riunita nei pressi di Lucinico. Il 9, mentre il 97° passa alla temporanea dipendenza della brigata Etna, il 98° il giorno 10 si schiera sulla Vertoibizza alla dipendenza della brigata Pavia, colla quale tenta l’attacco della q. 103, che, malgrado le reiterate sanguinose prove, non riesce a causa della poderosa efficienza delle difese accessorie del nemico ed il giorno successivo il 98° ritorna a Gorizia, passando alla dipendenza della brigata Taranto.
     Intanto il 97° reggimento combatte a Castagnevizza con tenacia e valore che gli valgono la concessione della medaglia di argento al valor militare. 
     Il 19 agosto la "Genova", riavuti i suoi reggimenti, si schiera nella zona del S. Marco ove, fino al 15 ottobre, i suoi reparti si alternano nelle posizioni di prima linea, e prendono attiva parte sia alle azioni dimostrative compiute in detta zona nell’agosto e settembre, sia agli attacchi operati dal 10 al 13 ottobre contro le posizioni avversarie di q. 95 e C. Scoperchiata che, malgrado le gravi perdite (18 ufficiali e 1200 uomini di truppa fuori combattimento), fruttano la conquista di alcuni trinceramenti nemici. 
     Il 18 ottobre la brigata è a riposo nella zona Valerisce - Pri Fabrisu, il 1° novembre si trasferisce a Gorizia ed il giorno successivo il 97° è inviato in prima linea nel trincerone di Belpoggio che riesce ad occupare, ma deve poi abbandonarlo a causa della reazione avversaria, perdendo altri 200 uomini. Il 3 è inviata a riposo a Valerisce. Il 14 novembre il 98° è destinato in prima linea nella zona del M. S. Marco in sostituzione della Brigata Etna, passando alla dipendenza della 43a divisione. Il 29 novembre il 97° si trasferisce a Gorizia ed invia il II battaglione e la 12a compagnia in trincea sulla fronte della brigata Taranto, passando a disposizione del comando della 48a divisione.
     Per il resto dell’anno i reggimenti si alternano nei turni di prima e di seconda linea.

ANNO 1917.

      Il 1° gennaio la brigata è nuovamente inviata a riposo nella zona Valerisce - Pri Fabrisu ed il 18 è trasferita in quella di Caporetto ove, dal 20 al 23, assume il presidio del tratto di fronte Ravna - Jezerca (Plezzo) e lo tiene fino al 24 ottobre, alternando i suoi reparti nelle posizioni di prima e di seconda linea, eseguendo lavori di rafforzamento e molestando il nemico con frequenti azioni di pattuglie, fra le quali meritano speciale menzione sia quelle eseguite il 10 maggio oltre il "Cocuzzolo Camperi" e verso il posto di osservazione austriaco "Civetta", sia gli attacchi dimostrativi eseguiti il 18 e 19 agosto in concomitanza di azioni svolte dalla 46a divisione e dalla brigata Etna contro le posizioni nemiche del Mrzli.
     Scatenatasi, il 24 ottobre, l’offensiva austro-tedesca, la "Genova", schierata nel tratto Vrsic - Vrata - colletta nord di M. Nero, resiste dapprima sulle posizioni occupate fino a che, obbligata a retrocedere, raggiunge Caporetto e dopo una accanita resistenza a M. Cavallo e M. Jener ed al ponte di Cornino, passando successivamente alla dipendenza della 50a, 34a e 21a divisione, è inviata nei pressi di Mantova con forza di molto ridotta per le perdite subite.
     Il 20 novembre essa è sciolta.

RICOMPENSE.

MEDAGLIA D'ARGENTO.

 Alla Bandiera del 97° Reggimento Fanteria:

      “Con altre valorose truppe irrompeva nelle linee nemiche tenacemente difese, catturando numerosi prigionieri, armi e munizioni. Affermatosi poi sulle alture di Castagnevizza (Gorizia), ostinatamente contrastate, con magnifico slancio conquistava un importante caposaldo della nuova linea di difesa del nemico (Gorizia, 6 — 12 agosto 1916)".

(Boll. Uff., del 1917, disp. 1).

UFFICIALI MORTI IN COMBATTIMENTO, IN SEGUITO A FERITE O IN PRIGIONIA.
Grado Cognome e Nome Luogo di nascita Luogo e data di morte
97° Reggimento Fanteria.
1 Capitano *Cesarini Sforza Renato Parma In prigionia 13-08-1916
2 Id. Comparato Paolo Caccamo S. Caterina 12-08-1916
3 Id. De Paoli Mario Napoli Sez. San. 48a Div. 12-08-1916
4 Id. Marotta Ferdinando Parma S. Caterina 12-08-1916
5 Id. Tacchini dr. Tullio (med.) Ancona Id. 19-08-1916
6 Tenente Alibertini Emilio (disp.) Spezia Id. 12-08-1916
7 S. Ten. Barsanti Pasquale Livorno S. Marco 10-10-1916
8 Id. Borgiotti Mario Firenze Id.
9 Id. Canessa Carlo Livorno S. Caterina 12-08-1916
10 Id. Coen Gino Pisa Sez. San. 48a Div. 16-08-1916
11 Id. *Frisole Arturo Foggia In prigionia 16-08-1916
12 Id. Maestri dr. Evaristo (med.) Reggio Emilia Gorizia 19-08-1916
13 Id. Marsocci Goffredo Ripafratta Belpoggio, Gorizia 02-11-1916
14 Id. Reali Giulio Pisa S. Caterina 12-08-1916
15 Id. Rossi Aldo Terricciola Id.
16 Id. Trucillo Adolfo Salerno M. Nero 25-05-1917
17 Aspir. Grana Salvatore Modica  Q. 1600 10-02-1917
18 Id. *Matteucci Pietro Lucca In prigionia 17-10-1918
Ufficiali morti per malattia.
1 Tenente Terreni Angiolo San Miniato In prigionia 10-11-1918
98° REGGIMENTO FANTERIA.
1 Capitano Bardenoso Pietro Agliè Gorizia 18-09-1916
2 Id. Brigliadori Giovannino Verona Sez. San. 48a Div. 17-08-1916
3 Id. Saccozzi Giovanni Correggio Amb. chir. d'Arm. n.1, 13-10-1916
4 Tenente Camussi Pellegrino Ravenna M. Nero 04-08-1917
5 S. Ten. Bonanni Alberto Vicchio Gorizia 12-10-1916
6 Id. Chimienti Carlo Cassano delle Murge Osp. d. c. 086, 12-10-1916
7 Id. Ciatti Davide Rieti Osp. d. c. 026, 12-12-1916
8 Id. Frediani Fulvio Vittuone Gorizia 17-08-1916
9 Id. Meloni Sante Castelplanio Id. 15-09-1916
10 Id. Papera Pietro Borgo a Mozzano Osp. d. c. 104, 12-08-1916
11 Id. Zurlo Pio S. Marco dei Cavoti Osp. d. c. 35, 24-02-1917
12 Aspir. Cotogno Vittorio Casagiove Gorizia 25-09-1916
13 Id. Dellutri Michele Caltanissetta Id. 13-10-1916
Ufficiali morti per malattia.
1 Tenente Magnani Luigi Crema Osp. d. c. 321, 15-06-1916
2 S. Ten. Cagnoni Giacomo Milano In prigionia 14-11-1918
3 Id. De Stasi Luigi Mola di Bari Osp. d. c. 231, 18-11-1916
 

MILITARI DECORATI CON L'ORDINE MILITARE DI SAVOIA.

97° REGGIMENTO FANTERIA.

     MELITA GIUSEPPE, tenente colonnello - cavaliere - Monte Lemerle, 10 - 15 giugno 1916 - S. Marco di Gorizia, 10 ottobre 1916.

MILITARI DECORATI CON MEDAGLIA D’ARGENTO E DI BRONZO AL VALOR MILITARE.

MEDAGLIA D’ARGENTO.

97° Regg. Fanteria: Ufficiali, n. 4 - Truppa, n. 3.

98° Regg. Fanteria: Ufficiali, n. 3 - Truppa, n. 14.

MEDAGLIA DI BRONZO.

97° Regg. Fanteria, n. 9 - 98° Regg. Fanteria, n. 40.

COMANDANTI DELLA BRIGATA.

Magg. Gen. ROSSO Renato, dal 1° giugno al 27 ottobre 1916.
Magg. Gen. FIORONE Vittorio, dal 28 ottobre 1916 al 25 aprile 1917.
Col. brig. MAMMUCARI Stanislao, dal 29 aprile al 21 giugno 1917.
Col. brig. TORRE Francesco, dal 25 giugno al 28 ottobre 1917.

COMANDANTI DEL 97° REGGIMENTO FANTERIA.

Ten. Colonnello SARDI Michele, dal 1° luglio al 10 agosto 1916. 
Ten. Colonnello MELITA Giuseppe, dal 5 settembre 1916 al 21 gennaio 1917.

Ten. Colonnello ZUNINI Luigi, dal 22 gennaio al 1° luglio 1917.
Colonnello ARDIGò Luigi, dal 26 luglio al 20 novembre 1917. 

COMANDANTI DEL 98° REGGIMENTO FANTERIA.

Ten. Colonnello RIZZI Quinto, dal 13 al 21 dicembre 1916.
Colonnello PALMERI Dario, dal 25 dicembre 1916 al 14 aprile 1917.
Colonnello MACULANI Ferrante, dal 16 aprile al 20 novembre 1917.

 
 
UFFICIALI SUPERIORI E CAPITANI COMANDANTI DI BATTAGLIONE.
97° REGGIMENTO FANTERIA
I° battaglione.
Grado Casato e Nome Data di assunzione Data di Cessazione Annotazioni
Maggiore Angiono Alessandro 01/07/16 12/08/16  
Id. Parilli Umberto 01/11/16 30/11/16  
Capitano Giuliano Gaetano 01/12/16 25/02/17  
Id. Catalano Michele 27/02/17 15/03/17  
Id. Camera de Asarta Vittorio 20/03/17 30/05/17  
Maggiore Crescini Ettore 04/06/17 20/11/17  
II° battaglione.
Ten. Col. Ferraris Innocenzo 01/12/16 01/02/17  
Maggiore Crescini Ettore 02/02/17 03/06/17  
Capitano Le Pera Felice Emilio 04/06/17 30/06/17  
Maggiore Corsi Vito 01/07/17 20/11/17  
III° battaglione.
Maggiore Pippo Italo 01/07/16 01/08/16  
Id. Griva Virginio 03/11/16 31/11/17  
Capitano Agnello Luigi 01/08/17 20/11/17  
98° REGGIMENTO FANTERIA.
I° battaglione.
Ten. Col. Pizzari Pier Luigi 11/11/16 21/11/16  
Maggiore Morrone Adolfo 22/11/16 09/01/17  
Id. Bartoli Costantino 30/06/17 20/11/17  
II° battaglione.
Maggiore Elia Luigi 15/07/16 12/10/16 Ferito.
Id. Bossaglia Girolamo 12/10/16 06/03/17  
Id. Roluti Francesco 05/06/17 20/11/17  
III° battaglione.
Ten. Col. Viale Giuseppe 25/02/17 02/05/17  
 

SERVIZI PRESTATI IN LINEA ED IN ZONA DI RIPOSO

Permanenza in linea

Permanenza in zona di riposo, lavori, trasferimenti, ecc.

 Anno 1916

Dal 9 agosto al 17 ottobre (Gorizia - Convento di Castagnevizza - Azione alle quote 165 - 174 - Vertoiba - Vertoibizza - Azione a q. 171 - Poggio Casa Diruta - Q. 95 e Cà Scoperchiata - Falde occidentali di M. S. Marco)

Dal 1° al 4 novembre (Gorizia - Trincee di Belpoggio).

Dal 14 novembre al 31 dicembre (Q. 174 - Gorizia).

 

 Anno 1917

Dal 21 gennaio al 22 ottobre (Colletta nord di M. Nero - Potoce - Vrata - Vrsic - Cresta Liuk - Cocuzzolo Camperi - Basso Costone Vrsic - Fondo Valle Slatenik - Pendici del Krasij - Vallone dei Caprioli).

Dal 24 ottobre al 20 novembre (Ripiegamento: Ternova - Ponte di Ternova - Difesa dello Stol - Bergogna - Platischis - Difesa di M. Cavallo e dello Jener - M. Nagrad - Nimis - Tarcento - Zeliacco - Difesa del ponte di Cornino sul Tagliamento - Braida - Cavasso Nuovo - Dintorni di Mantova).

 Anno 1916

 Dal 10 al 13 luglio (Trasferimento da Pisa a Livorno a Villafranca Padovana).

Dal 14 al 31 luglio (Villafranca Padovana).

Dal 1° all'8 agosto (Persereano e Lauzacco).

Dal 18 al 31 ottobre (Pri - Fabrisu e Valerisce).

Dal 5 al 13 novembre (Pri - Fabrisu).

 Anno 1917

Dal 1° al 17 gennaio (Gorizia - Valerisce - Pri-Fabrisu).

Dal 18 al 20 gennaio (Trasferimento nella zona di Caporetto, a Za Kraju, Jezerka e Ravna).

 

 

 

  RIEPILOGO
Linea Riposo
Mesi Giorni Mesi Giorni
Anno 1916

3

29

1

23

Anno 1917

10

/

/

20

TOTALI Mesi 13 e giorni 29 Mesi 2 e giorni 13
 
RIEPILOGO DELLE PERDITE IN COMBATTIMENTO
LOCALITA' E DATA 97° REGGIMENTO 98° REGGIMENTO
Ufficiali Truppa Ufficiali Truppa
Morti Feriti Dispersi Morti Feriti Dispersi Morti Feriti Dispersi Morti Feriti Dispersi
1916

Gorizia - Convento di Castagnevizza - Quote 165-174 - Vertoiba - Vertoibizza - Azione a quota 103 - Azione a quota 171 (9 - 16 agosto)

8

26

2

103

706

489

1

12

/

55

304

28

Cresta di q. 150 [zona di S. Marco] (17 agosto - 13 settembre)

2

2

/

41

176

1

2

9

/

17

136

5

Poggio Casa Diruta - Q. 171 (14 settembre - 9 ottobre)

/

1

/

35

134

/

3

4

/

33

193

12

Q. 95 - Cà Scoperchiata - Falde occidentali di S. Marco (10 - 17 ottobre)

2

8

/

76

607

26

4

10

/

27

234

14

Gorizia - Trincee di Belpoggio (1 - 5 novembre)

1

2

5

16

103

89

/

1

/

7

1

1

Q. 174 - Gorizia (14 novembre - 31 dicembre)

/

/

/

12

28

3

1

/

/

1

34

/

Totale anno 1916

13

39

7 283 1754 608 11 36 / 140 902 60
 
1917

Gorizia (1 - 16 gennaio)

/

/

/

6

36

/

/

/

/

/

/

/

Colletta nord di M. Nero - Potoce - Vrata - Vrsic - Cresta Link - Cocuzzolo Camperi - Vallone dei Caprioli (31 gennaio - 30 settembre)

2

8

/

34

159

2

2

3

/

24

102

/

Ripiegamento: Ternova - Ponte di Ternova - Difesa dello Stol - Bergogna - Platischis - Difesa di Monte Cavallo e dello Jener - M. Nagrad - Nimis - Tarcento - Zeliacco - Difesa del ponte di Cornino sul Tagliamento - Braida - Cavasso Nuovo - Dintorni di Mantova (24 ottobre - 20 novembre) (1)

/

/

44

/

/

1674

/

/

33

/

/

176

Totale anno 1917 2 8 44 40 195 1676 2 3 33 24 102 176
 
 (1) Dal 1° ottobre al 20 novembre, giorno dello scioglimento della Brigata, non si ha traccia di diario. Dalle relazioni dei due comandanti di Reggimento trasmesse alla Commissione d'inchiesta, nulla traspare circa il numero complessivo delle perdite. Solo si dice che molti furono i morti ed i feriti per la difesa ad oltranza del Cocuzzolo Camperi, dello Stol e specie del ponte di Cornino. I dati che si riportano per il periodo 24 ottobre - 20 novembre sono da ritenersi i più vicini alla realtà, perchè tratti dagli elenchi nominativi dei prigionieri pervenuti alla C. R. I.
RIEPILOGO GENERALE
Anno 1916

13

39

7

283

1754

608

11

36

/

140

902

60

Anno 1917

2

8

44

40

195

1676

2

3

33

24

102

1762

TOTALE GENERALE 15 47 51 323 1949 2284 13 39 33 164 1004 1822

 (1) Dai diari della Brigata, nella giornata del 18 giugno risultano disperse la 5a, 6a, 7a compagnia del 96° Reggimento.
 (2) Questi dati sono tratti dalle schede nominative compilate dal disciolto Ufficio prigionieri in base agli elenchi dei prigionieri pervenuti alla Croce Rossa Italiana. Essi sono, pertanto, i più vicini alla realtà.


Stampa la pagina


Invia ad un amico



Pag. 1
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118