Fronte del Piave
Hotel San Marco Montebelluna TV
 
Menu
 
 
 


Pubblicità
 
 
 


Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
  Condividi su Facebook    
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
     
 
:: Pubblicità ::


 
     
 

17° REGGIMENTO BERSAGLIERI

(Battaglioni LXIV, LXV e LXVI)

     Costituito il 6 febbraio 1917. I suoi battaglioni, provenienti dai depositi dei reggimenti bersaglieri 2°, 3° e 11°, dopo pochi giorni trascorsi in prossimità della fronte, raggiungono la zona assegnata al reggimento che, col 18° forma la III brigata bersaglieri (1).

RICOMPENSE.

MEDAGLIA D'ARGENTO.

     “Per l'indomita energia, l'ardente valore, l'incrollabile disciplina di cui diede fulgide prove nelle ansiose giornate del dicembre 1917, sbarrando il passo al nemico, e nella impetuosa offensiva, onde nel luglio 1918 fu strappato all'avversario il primo lembo della Patria invasa. (Ca' Lunga - Piave 16 - 17 dicembre 1917; zona fra le due Piavi, 2 - 6 luglio 1918)".

 (Boll. Uff. anno 1920, disp. 47).


CITAZIONI SUI BOLLETTINI DI GUERRA DEL COMANDO SUPREMO.


BOLLETTINO DI GUERRA N. 907 (17 novembre 1917, ore 13).

     Dall'altopiano di Asiago al mare, l'avversario, senza riguardo a perdite, rinnova gli attacchi delle nostre posizioni montane ed i tentativi di forzare nella pianura la linea della Piave. Le nostre truppe con pari tenacia oppongono al nemico preponderante di numero valida difesa e lo contrattaccano con mirabile slancio.
     Nella giornata di ieri, si è combattuto dal M. fiore al M. Castelgomberto, allo sbarramento di S. Marino, al M. Prassolan ed a Nord di Quero lungo la linea Rocca Cisa - M. Cornella - fondo val Piave.
     Nel piano, tra Salettuol e S. Andrea di Barbarano, l'avversario forzò all'alba il passaggio del fiume: sotto la protezione di violentissimo fuoco d'artiglieria sue truppe passarono sulla destra a Folina ed a Fagarè. Le prime vennero annientate dalla nostra artiglieria e da un fulmineo contrattacco della brigata Lecce (265° e 266°); i superstiti, oltre 300 con 10 ufficiali, fatti prigionieri. Contro quelle molto più numerose passate alla seconda località, fu rivolta l'azione decisa e poderosa della 54a divisione le cui truppe [brigata Novara (153° - 154°) e III brigata bersaglieri (17° e 18° reggimento)] hanno gareggiato in bravura. Alla fine della giornata restavano sul terreno numerosi cadaveri nemici, erano ricondotti prigionieri circa 600 soldati e 20 ufficiali ed i rimanenti, addossati all'argine del fiume, erano all'altra sponda.
     Nell'ansa di Zenson, il nemico viene contenuto in zona sempre più ristretta.
     Sul basso corso della Piave la difesa è efficacemente coadiuvata dalla R. Marina con mezzi aerei, batterie fisse e natanti e naviglio leggero.
     Favorita dalle condizioni atmosferiche l'opera dei nostri aerei ha potuto nella giornata svolgersi proficua contro ammassamenti di truppe nemiche.
                                                                                                                           Generale DIAZ

 

BOLLETTINO DI GUERRA N. 909 (19 novembre 1917, ore 13).

     Nella scorsa notte si ebbero vivaci azioni di artiglieria tra Garda ed Astico.
     Sull'altopiano di Asiago, l'avversario eseguì violenti concentramenti di fuoco sulle nostre posizioni di M. Tondarecar - M. Badenecche senza però effettuare alcun attacco di fanteria. Nostri riparti in parziali azioni offensive rioccuparono elementi avanzati di trincee e catturarono 6 ufficiali e 202 uomini di truppa.
     A Sud di Quero, poderose forze nemiche attaccarono le nostre linee Monfenera - M. Tomba.
     Nella pianura la vigilanza delle nostre truppe, tra le quali per il valore dimostrato negli scorsi giorni meritano ancora speciale menzione i battaglioni bersaglieri 64°, 68° e 69°, nella zona di Fagarè; ed il 21° battaglione d'assalto e riparti della brigata Granatieri (1° e 2°) e Catania (145° - 146°), nell'ansa di Zenson, ha impedito al nemico di rinnovare qualsiasi tentativo di passaggio del Piave.
     Truppe nemiche sono state ripetutamente bombardate di giorno da velivoli nella conca di Primolano e di notte, malgrado forte vento, da aeronavi a Nord - Ovest di Susegana e a Tezze di Livenza.
                                                                                                                            Generale DIAZ

BOLLETTINO DI GUERRA N. 944 (24 dicembre 1917, ore 13).

     Dopo accurata ed intensa preparazione d'artiglieria cominciata la sera del 22, il nemico nella mattinata di ieri ha attaccato a fondo il settore orientale dell'altopiano d'Asiago concentrando più specialmente l'azione sul tratto Buso - M. di Val Bella. In corrispondenza di quest'ultima località l'avversario riuscì a superare le nostre difese sconvolte dall'artiglieria, ma la sua irruzione dovè arrestarsi contro le posizioni retrostanti, dalle quali le nostre truppe hanno iniziato poderosi contrattacchi che sono in corso con esito soddisfacente. Nella scorsa notte, sulla Piave Vecchia a sud di Gradenigo, riparti del 17° reggimento Bersaglieri, completando con riuscito attacco di sorpresa l'azione valorosamente condotta nei giorni precedenti, ricacciarono sulla sinstra del fiume forti nuclei nemici che, riusciti a passare sulla destra, tentavano disperatamente di sostenervisi.
                                                                                                                           Generale DIAZ

UFFICIALI MORTI IN COMBATTIMENTO, IN SEGUITO A FERITE O IN PRIGIONIA.
Grado Cognome e Nome Luogo di nascita Luogo e data di morte
1 Capitano Caprilli Lucio Portoferraio Amb. Chir. 6 25-10-1917
2 Id. Sottotetti Remigio Silvano Pietra Castagnevizza 19-08-1917
3 Id. Vozzi Amedeo Roma Castagnevizza 23-08-1917
4 Tenente *Anghilleri Massimo Lecce Osp. Mil. Venezia 05-07-1918
5 Id.  Casanova Luigi Milano Ca' Lunga 13-12-1917
6 Id. Fabbri Guido Borgo S. Domenico Cortellazzo 02-07-1918
7 Id. Ferrari Corrado Carpi Castagnavizza 19-08-1917
8 Id. Laghi Romolo Forlì Ca' Lunga 18-12-1917
9 Id. Livolsi Franco Caltanissetta Cavazuccherina 01-08-1918
10 Id. Montanari Giulio Ravenna M. Korite 23-08-1917
11 Id. Rovera Giuseppe Como Castagnavizza 19-08-1917
12 Id. *Stefani Pietro ..................... In prigionia 21-08-1917
13  Id. Trevisani Guido Avellino Ca' Lunga 19-12-1917
14  S. Ten. Albertini Giuseppe Roma Castagnavizza 19-08-1917
15  Id. Armento Francesco Potenza Ca' Lunga 19-12-1917
16  Id. Boralevi Giacomo Parigi Castagnavizza 19-08-1917
17  Id. Casapietra Umberto Roma Castagnavizza 19-08-1917
18  Id. Lombardi Censi Luigi Spoleto Cortellazzo 03-07-1918
19  Id. Marcelli Giuseppe Roma Ca' Castellana 05-07-1918
20  Id. Mennea Michele Barletta Ca' Lunga 10-12-1917
21  Id. Pinna Silvio Born Cortellazzo 02-07-1918
22  Aspirante *Branna Guglielmo Terni Osp. Venezia 26-12-1917

UFFICIALI MORTI PER MALATTIA.
Grado Cognome e Nome Luogo di nascita Luogo e data di morte
1 Capitano Egidi Torello Anzio Osp. Ancona 24-11-1917
2 Tenente Carati Ernesto (Medico) Bologna 23s Sez. Sanità Ronchi 23-09-1917
3 Id. Di Fazio Lorenzo Francavilla Fontana Osp. d. C. 0145 14-09-1918
4 S. Ten. Di Stefano Luigi Cupello Osp. d. C. 240 04-11-1918

  MILITARI DECORATI CON L'ORDINE MILITARE DI SAVOIA.

     DHO Giovanni Battista, colonnello - cavaliere - Piave Vecchia - Ansa di Ca' Lunga, 18 - 24 dicembre 1917.
     STARACE Achille, capitano - cavaliere - Basso Piave, 2 - 6 luglio 1918.

MILITARI DECORATI CON MEDAGLIA D’ARGENTO E DI BRONZO AL VALOR MILITARE.

MEDAGLIA D’ARGENTO.

Ufficiali, n. 33 - Truppa, n. 26.

MEDAGLIA DI BRONZO.

Ufficiali e militari di truppa, n. 132.

COMANDANTI DEL REGGIMENTO.

Colonnello MARTINENGO DI VILLAGANA Angelo, dal 6 febbraio al 30 agosto 1917.
Colonnello DHO Giovanni, dal 31 agosto 1917 al 1° aprile 1918.
Colonnello DE VITA Raffaele, dal 2 aprile al 25 maggio 1918. 
Colonnello D'ERRICO Oscar, dal 26 maggio 1918 al termine della guerra.

 

UFFICIALI SUPERIORI E CAPITANI COMANDANTI DI BATTAGLIONE.

LXIV° Battaglione

Grado Casato e Nome Data di assunzione Data di Cessazione Annotazioni
Ten. Col. Cacace Carlo 06/02/17 03/04/17  
Capitano Ciavarra Romualdo 04/04/17 10/08/17  
Id. Piroli Alberto 11/08/17 19/08/17  
Id. Ciavarra Romualdo 20/08/17 16/02/18  
Id. Riva Attilio 17/02/18 20/10/18  
Id. Mosca Luigi 21/10/18 al termine della guerra.  

LXV° Battaglione

Capitano Andreucci Augusto 06/02/17 13/02/17  
Ten. Col. Francioni Vittorio 14/02/17 06/06/17  
Capitano Marotta Francesco 07/06/17 18/06/17  
Id. Spigaroli Arturo 19/06/17 27/07/17  
Id. Rolando Francesco 28/07/17 15/11/17  
Maggiore Mariani Lionello 16/11/17 al termine della guerra.  

LXVI° Battaglione

Maggiore Arcodaci Paolino 06/02/17 25/05/17  
Capitano Romanelli Attilio 26/05/17 15/01/18  
Maggiore Ghibaudi Gerolamo 16/01/17 13/05/18  
Ten. Col. Arnò Paolo 14/05/18 03/06/18  
Maggiore Berio Mario ............... al termine della guerra.  

SERVIZI PRESTATI IN LINEA ED IN ZONA DI RIPOSO.

Permanenza in linea

Permanenza in zona di riposo, lavori, trasferimenti, ecc.

 Anno 1917

Dal 23 marzo al 1° luglio (Settore val Susegana).

Dal 22 luglio al 1° agosto (Settore di Castagnevizza).

Dal 15 al 25 agosto (Settore di Castagnevizza).

Dal 5 al 27 settembre (Q. 144 - Q. 92 - Q. 140 "Debeli" - Q. 121).

Dal 15 ottobre al 29 novembre (Zona Hudi Log - Trincee tra Stari Lokva e q. 363 - Tagliamento - Morsano - Livenza - Magnadola - Piave [Linea tra Bocca di Callalta e S. Bartolomeo] - c. Marinetti e Molino della Sega).

Dal 13 al 31 dicembre (Settore di Cavallino - Cavazuccherina - Ansa di Ca' Lunga).

 Anno 1918

Dal 1° gennaio al 7 luglio (Settore di Cavazuccherina - Cortellazzo - Bova Cittadina - Zona tra Sile Cavetta e Piave Nuova - Linea della Piave Nuova).

Dal 27 luglio al 18 agosto (Trincee dalla Piave Vecchia al Mare).

Dal 3 ottobre al 4 novembre (Val Chiese - Rango - Val Giulia - Plubega [q. 1260] - Offensiva di Vittorio Veneto: Castelromano - Cusone - Por - Forte Larino - Lardaro - Bondo - Mezolombardo).

 Anno 1917

Dal 6 febbraio al 22 marzo (Teolo - Bastia - Cervarese Santacroce).Dal 2 al 21 luglio (Fastro - Primolano - Villa Vincentina - Cervignano - Zona tra Borgo S. Lorenzo ed Isola Morisini - Sagrado).

Dal 2 al 14 agosto (Sagrado).

Dal 26 agosto al 4 settembre (Sagrado - S. Canziano).

Dal 28 settembre al 14 ottobre (Ronchi).

Dal 30 novembre al 12 dicembre (Zero Branco - S. Antonino - Meolo - Portegrandi).



 Anno 1918


Dall'8 al 26 luglio (Ca' Nagliati - Cavallino).

Dal 19 agosto al 2 ottobre (S. Giuliano - Torreselle - C. Massoni - Castelfranco - Storo).

  RIEPILOGO
Linea Riposo
Mesi Giorni Mesi Giorni
Anno 1917

6

26

3

 27

Id.1918

7

29

2

8

TOTALI Mesi 14 e giorni 25 Mesi 6 e giorni 5
RIEPILOGO DELLE PERDITE.
LOCALITA' E DATA  REGGIMENTO
Ufficiali Truppa
Morti Feriti Dispersi Morti Feriti Dispersi
 
1917
Settore Val Sugana (23 marzo - 1° luglio)

/

2

/

19

46

/

Settore Castagnavizza: Combattimento sulle qq. 346 - 244 (22 luglio - 25 agosto)

8

23

/

86

495

9

Q. 144 - Q. 2 - Q. 140 "Debeli" - Q. 121 - Zona Hudi Log - Trincea fra Stari Lokva e q. 365 (5 settembre - 26 ottobre)

1

3

/

21

86

3

Operazioni di ripiegamento: Perteole - Tagliamento - Livenza - Piave = Bocca di Callalta - S. Bartolomeo - Frazione M. 6. Combattimento a C. Marinetti ed a Molino della Sega (27 ottobre - 29 novembre)

/

3

1

3

59

103

Combattimento per la riconquista dell'Ansa di Ca' Lunga (13 - 31 dicembre)

5

15

/

143

398

31

Totale anno 1917 14 46 1 272 1084 146
1918
Settore Cavazuccherina - Combattimento a Cortellazzo - Zona tra Sile Cavetta e Piave Nuova (1° gennaio - 7 luglio)

5

18

/

116

390

35

Offensiva di Vittorio Veneto

/

1

/

8

21

/

Totale anno 1918 5 19 / 124 411 35
 
RIEPILOGO GENERALE
Anno 1917

14

46

1

272

1084

146

Id.1918

5

19

/

124

411

35

TOTALE GENERALE 19 65 1 396 1495 181


Stampa la pagina


Invia ad un amico



Pag. 1
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35
 

     
 
:: Pubblicità ::